Non solo Milano. Tre boschi verticali nel mondo che non conoscevi - La Città dell'Energia

La Città dell'Energia, 28 Gennaio 2021

Non solo Milano. Tre boschi verticali nel mondo che non conoscevi

AGN ENERGIALifegate
La prima immagine che ci viene in mente quando pensiamo ad un bosco è una vasta area coperta di alberi e vegetazione, verde e piena di vita. Ma hai mai pensato ad un bosco che si sviluppa verso il cielo? O addirittura, a un bosco dentro una città?

Il concetto alla base di un bosco verticale è proprio l’unione tra città e natura, una fusione dove entrambe coesistono in armonia e dove gli abitanti godono di ciò che possono offrire vivendo in uno stesso luogo.

Questa nuova idea di città rappresenta un’ulteriore evoluzione di altri importanti progetti e iniziative per la salvaguardia della natura, come ad esempio Adotta Un Albero.

Un esempio nostrano di questa innovazione è il Bosco Verticale di Milano, progettato dall’architetto Stefano Boeri: composto da due torri che ospitano centinaia di alberi, arbusti e altre piante, è stato definito come “una casa per alberi che ospita anche umani e volatili”.

Un esempio di eccellenza e modernità in Italia, ma non l’unico al mondo.
Vediamo insieme altri progetti di boschi verticali, dove uomo, natura e futuro coesistono.

Torre dei Cedri di Losanna, Svizzera
Questo progetto in via di sviluppo rappresenta un nuovo prototipo di abitazione, nella quale il comfort di vita incontra la natura senza andarne a discapito.
Si tratta di un palazzo di oltre 100 metri di altezza che, grazie alla sua struttura irregolare e alle decine di terrazze, ospiterà più di 80 grandi alberi (incluse tre tipologie di cedri che danno il nome all’edificio), per un totale di 3000 mq di superficie verde.
In sintesi, la Torre dei Cedri rappresenterà un nuovo rapporto tra sfera urbana e naturale.

Forêt Blanche di Parigi, Francia
Ideata su sei diversi livelli, la “Foresta Bianca” di Parigi ospiterà sia abitazioni, che uffici, negozi ed altri luoghi pubblici all’interno di un unico spazio dove terrazze, balconi e aree verdi, sia private che pubbliche, assicurano una ventilazione naturale degli ambienti.
Inserita nel paesaggio circostante della Cour Verte e del Jardin Métropolitain, questa nuova area includerà oltre 600 mq di natura con piante perenni, erbe e piante annuali, dando vita a un “giardino spontaneo” che riprodurrà i processi naturali del cambiamento delle stagioni.

Liuzhou Forest City, Cina
È in fase di attuazione la prima città foresta al mondo, situata nel sud della Cina.
Non si tratta solo di un palazzo o di un’area circoscritta, ma di un’intera città dove case, uffici, alberghi, negozi e altri edifici sono completamente immersi nella natura, creando un vero e proprio organismo urbano.
Oltre a 30 mila abitanti, questa città sarà la casa di 40 mila alberi e un milione di piante appartenenti a 100 specie diverse, incluse tanto in parchi ed aree verdi quanto nelle facciate dei palazzi stessi.
Quale sarà il risultato di questo ambizioso progetto? La qualità dell’aria e la biodiversità dell’aria miglioreranno, si combatterà l’inquinamento acustico e, in generale, nascerà un ecosistema urbano sostenibile, in grado di assorbire oltre 10 mila tonnellate di CO2 ogni anno.
Insomma, una città nata per il benessere della natura e dei cittadini che la abitano.

Questi sono solo alcuni dei tanti esempi di boschi verticali ed edifici ecosostenibili del mondo, come lo saranno il Wonderwoods di Utrecht (Paesi Bassi), il Bosco verticale di Nanchino (Cina), la Trudo Vertical Forest di Eindhoven (Olanda) e molti altri ancora.
In tutti questi progetti è palese come la natura, in tutte le sue forme, sia fondamentale per una vita piacevole ed ecosostenibile.

Ma se non possiamo vivere in un bosco verticale, come possiamo fare la nostra parte per assicurarci che le nostre città diventino sempre più verdi?

La nostra iniziativa ADOTTA UN ALBERO è nata proprio per questo: tu pianti un albero digitale nella nostra Città dell’Energia cliccando qui e, ogni 25 alberi digitali, verrà piantato un vero albero all’interno del KM verde di LifeGate Trees, un’area verde creata con lo scopo di promuovere la presenza della natura nelle nostre città. 

Che sia piantando un albero, progettando boschi verticali di ultima generazione o dando vita ad intere zone urbane ecosostenibili, una cosa è certa: il futuro sono le città verdi.

Storie correlate

La Città dell'Energia, 23 Luglio 2021

Acqua: meno sprechi in 5 passi

AGN ENERGIA
Acqua: fonte di vita, nutrimento, crescita, evoluzione, un elemento con il quale interagiamo dal primo all’ultimo nostro giorno sulla Terra. Una presenza costante nelle nostre vite, spesso data per scontato. In realtà, essendo così importante e insostituibile nella vita di tutti giorni, è altrettanto importante non sprecarla e utilizzarla in modo intelligente e coscienzioso.
Leggi tutto

La Città dell'Energia, 7 Luglio 2021

Acqua: un tesoro da proteggere

AGN ENERGIA
Oceani, mari, fiumi, laghi, piogge, ghiacciai, torrenti, sorgenti, rugiada: forme diverse di una stessa preziosa risorsa, l’acqua.
Leggi tutto

La Città dell'Energia, 17 Giugno 2021

7 motivi per scegliere una bici elettrica

AGN ENERGIA
“La vita è come andare in bicicletta: se vuoi stare in equilibrio devi muoverti”. Sembra la tipica citazione di una vecchia gloria del ciclismo che ormai si è lasciato alle spalle le gare all’ultimo respiro, o di un appassionato che ogni weekend di sole macina chilometri e chilometri in sella: in realtà questa frase appartiene ad una delle menti più celebri al mondo, Albert Einstein.
Leggi tutto

I nostri partner